Stai pensando di esportare i tuoi vini in Germania? Ti interessa capire meglio il volume di affari già esistente nel settore vinicolo e il comportamento dei consumatori? Girogusto, la fiera B2B del buongusto italiano in Germania, ha raccolto per te una serie di dati che ti può essere molto utile.

2017-2018: la Germania importa circa 5 milioni di ettolitri di vino italiano

Il volume di importazioni di vino in Germania

Vediamo innanzitutto il dato base: quanto vino importa la Germania?

L’autorevole rivista tedesca specializzata nell’economia del vino Weinwirtschaft stima per il periodo di tempo agosto 2017/luglio 2018  un volume totale di importazioni dall’estero di 14,47 milioni di ettolitri – una quantità stabile rispetto all’anno precedente, equamente ripartito tra vini rossi e bianchi.

Un altro dato interessante è la diminuzione dell’importazione di vini di qualità (per esempio DOC, DOC, AOC), che si è assestata sul 18%.

Le importazioni di vino dall’Italia

Le importazioni di vino dall’Italia sono scese di poco sotto la soglia dei 5 milioni di ettolitri, quasi l’11% di meno rispetto agli anni passati.

Si è registrato invece un aumento del valore delle importazioni del vino italiano, 1,6%, sempre secondo i dati forniti da Weinwirtschaft, per un rincaro complessivo dei vini italiani di +15%.

L’Italia resta comunque sempre al primo posto per volume di esportazioni in Germania, seguita da Spagna e  Francia. Un grande balzo in avanti (pur mantenendosi sempre a grande distanza) fanno registrare i vini sudafricani, portoghesi, neozelandesi e australiani

Italia, 4.981 Mio ettolitri
Spagna, 3763 Mio. ettolitri
Francia, 2.090 Mio ettolitri
2,0

Una bottiglia su due viene acquistata al discount

I consumatori tedeschi acquistano al discount una bottiglia di vino su due

Il 79% delle bottiglie di vino acquistate in Germania vengono comprate nei rivenditori di alimentari, il 50% nei discount, che vedono così crescere la loro porzione di mercato di due punti percentuali. Il 18% delle bottiglie viene comprato nei supermercati tradizionali, l’11% negli ipermercati. In calo gli acquisti fatti direttamente dalle cantine.

Per quel che riguarda invece la spesa pro capite, le statistiche tedesche parlano di 185,75 euro a testa, con un consumo medio in litri di vino (sempre per il 2019) di circa 24,6, di cui 3,7di bollicine (ovviamente il primato della bevanda alcoolica più bevuta lo detiene la birra, con quasi cento litri a testa).

Sempre in testa i vini locali

Come abbiamo già visto in questo articolo sui gusti dei tedeschi in fatto di vini, i local wines hanno sul mercato tedesco una posizione di tutto rilievo, che copre il 51% del mercato (contro il 16% dell’Italia, che si posiziona così al secondo posto, prima della Francia e della Spagna).

E dunque non è una sorpresa il fatto che i tedeschi siano anche disposti a spendere per i propri vini delle cifre leggermente più alte che la media: se infatti il prezzo medio al litro nella vendita al dettaglio nel 2017 è di 2, 92 Euro al litro, per i vini prodotti in Germania il prezzo medio si assesta su 3,15 Euro. Il vino acquistato online costa invece ancora un po’ di più, per un prezzo medio 6,75 €.



0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *