Sono la curiosità e la tenacia di un parroco delle colline del Monferrato, nei lontani anni Settanta, a far riscoprire un vitigno autoctono quasi ormai completamente dimenticato: il Ruché. Un vitigno dalle caratteristiche uniche, avvicinabile dal punto di vista del DNA solo al Pinot Nero, e che soprattutto fa nascere vini di eccezionale qualità. Tanto che anche il parroco Don Giacomo Cauda, autore della riscoperta, ne viene conquistato e fa di tutto per farne rinascere la coltivazione e il consumo (ovviamente, con moderazione), tanto da descriverlo così: Ha un corpo perfetto e un equilibrio di aromi, sapori e profumi unici. Degustato con moderazione libera lo spirito e apre la mente.

Proprio in questo modo comincia la storia del Ruché, da dieci filari scoperti casualmente che hanno ridato vita a una grande tradizione. Diventato DOC nel 1987 e DOCG nel 2010, il Ruché è ora apprezzato a livello internazionale ed è uno dei punti di forza della produzione di vini dell’Azienda Agricola Montalbera.

Ben 82 ettari delle vigne di Castagnole Monferrato, che ricoprono sei intere colline, sono infatti impiantati proprio a Ruché (il restante 40% sono Barbera e Grignolino). E dalle vigne, di un’età  compresa tra i 7 e i 30 anni, nasce un’etichetta davvero speciale: il Ruché di Castagnole Monferrato DOCG, vino dal sapore inimitabile, dalle note fruttate di spezie e di albicocca, con sentori floreali di rosa e di viola. 

Ruché e non solo: Montalbera e la tradizione vinicola delle Langhe e Monferrato

L’Azienda Agricola Montalbera, nata all’inizio del ventesimo secolo su iniziativa del capostipite Enrico Riccardo Morando, ha la sua prima origine nelle Langhe, e più precisamente a Castiglione Tinella.

Proprio qui l’Azienda ha ancora 15 ettari vitati a circa 400 metri sul livello del mare, ed impiantati a Moscato d’Asti, Barbera e Chardonnay, da cui viene prodotto per esempio il Moscato d’Asti DOCG San Carlo. Ora gli ettari complessivi vitati di Montalbera sono 175, tutti su quei terroir unici di Langhe e Monferrato di cui Montalbera raccoglie la tradizione di eccellenza.

Oltre a impegnarsi nella valorizzazione del Ruché, la cantina infatti utilizza le tecniche più moderne e le metodologie più appropriate (per esempio acciaio o legno, sovra-maturazione o appassimento) per esaltare le diverse particolarità dei vigneti, riuscendo a diventare in questo modo una delle grandi realtà vinicole del Piemonte.

I vini della Società Agricola Montalbera alla fiera enogastronomica a Berlino Girogusto

I vini della Società Agricola Montalbera saranno presentati assieme ad altri prodotti enogastronomici italiani d’eccellenza alla fiera B2B Girogusto, a Berlino il 10 e l’11 Novembre. La fiera, organizzata da due esperti del settore che lavorano in Germania da moltissimi anni, Adriano Vinci e Fabio Esposito, rappresenta un’occasione imperdibile per tutti coloro che vogliano esportare in Germania i propri prodotti: vini, liquori, salumi, formaggi, prodotti da forno, prodotti dolciari. Qui potete avere senza impegno maggiori informazioni.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *